Che bestia Gheddafi dico Poi un mio…

“Che bestia, Gheddafi”, dico.
Poi un mio collega mi fa notare che gli americani, nordisti durante la guerra civile, presero i loro a cannonate a new york.
Perché la gente fa così? Perché quando gli racconti qualcosa di grave e brutto, o che ti schifa, di rimando ti racconta una cosa simile o più grave?
Forse per alcuni l’equazione 1+1=0 vale come forma di esorcismo, chissà.
Ma l’atteggiamento non mi piace.
Avverto un misto di qualunquismo, e falso realismo: quelli che pensano di sapere bene come va il mondo, perché guardano sempre il lato peggiore delle cose.
“Sei un ingenuo, non sai come stanno le cose in realtà”, sembra che ti dicano; quasi ti accusassero di essere un idealista, parola usata fastidiosamente come sinonimo di ragazzino.
Ametto che ci sono, quelli: gli ingenui idealisti intendo. Però su certi avvenimenti la vena polemica non penso sia molto appropriata.
E’ forse più normale restare atoni davanti a un cretino, che si veste con divise militari ispirate dai video di Micheal Jackson, intento a soffocare una ribelliione prendendo la sua stessa gente a bombardate?

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...