L’orlo del caos

Ho finito di leggere le slide sulla teoria della complessità. Molto interessante.

Una delle cose che mi ha più entusiasmato sono le tre forme che il sistema può assumere “a regime”, o per meglio dire le tre direzioni verso cui il sistema può evolvere: ordine, orlo del caos, caos.

La prima forma di “regime ordinato” tende a stabilizzare il sistema attorno a un punto di equilibrio statico. L’aspetto negativo di questa configurazione sta nel fatto che esso è cristallizzato e quindi fragile:  incapace di resistere a elementi esterni che perturbano il sistema (aperto). In un sistema ordinato infatti ogni elemento è necessario, come in un castello di carte.

La terza forma di regime è il caos, il sistema evolve senza una direzione precisa e tende a disciogliersi e a disperdersi senza raggiungere un punto di equilibrio. L’aspetto negativo di questa forma di regime è evidente.

La seconda forma di regime, quella intermedia, è la più interessante ed è quella che costituisce il punto di forza di un sistema complesso. E’ chiamata orlo del caos perché, sebbene il sistema si comporti in modo caotico, esso orbita attorno a una certa “zona” dalla quale è “attratto”. Penso che niente renda meglio l’idea di questo filmato.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...